siamo i produttori di:
coccinella
Home
incentivi 2014 - 2015 PDF Stampa E-mail
Arriva l'agevolazione per gli investimenti in macchinari nuovi, ma solo per l'importo che eccede la media dell'ultimo quinquennio. Il decreto sviluppo prevede un credito di imposta pari al 15% del costo di beni strumentali della categoria Ateco 28 effettuati fino al 30 giugno 2015, per la parte che supera la media degli ultimi cinque anni, escludendo nel calcolo l'esercizio con l'investimento maggiore. Il credito si potrà compensare nel modello F24 in tre rate annuali di pari ammontare. Il bonus nuovi investimenti L'articolo 1 del decreto ripropone, con alcune varianti, l'incentivo per gli investimenti realizzati da titolari di reddito di impresa (ditte individuali, società di persone, società di capitali, cooperative) in beni strumentali, già oggetto delle diverse "agevolazioni Tremonti" degli scorsi anni. Rilevano le acquisizioni (in proprietà o in leasing) di beni strumentali compresi nella divisione 28 della Tabella Ateco 2007, esclusi quindi gli immobili e i beni immateriali.