siamo i produttori di:
coccinella
Home Gas tecnici Azoto
Caratteristiche tecniche PDF Stampa E-mail
Qualità Azoto
Pressione massima di accumulo 8 barg
Punto di rugiada riferito alla pressione atmosferica < -40

Collegamenti elettrici
Tensione 220V Monofase 50 Hz.
Potenza elettrica Installata 0,5 kW

Aria di alimentazione
Qualità dell’aria richiesta (Minima ) ISO 8573-1: classe 1-4-1
Qualità dell’aria consigliata ISO 8573-1: classe 1-2-1
Pressione dell’aria rilevata in colonna (Generatore) 9,5 barg
Punto di rugiada in pressione < +3°C
Olio, concentrazione massima ammessa < 0,003 mg/m3
Dimensione particelle solide < 0,01 μm
Concentrazione massima particelle (sporco) < 0,1 mg/m3
Temperatura ambiente min. / max. +3°C / +40°C

Condizioni di riferimento
I dati delle prestazioni riportati nel catalogo fanno riferimento al funzionamento del generatore nelle condizioni riportate di seguito:
Installazione Al coperto
Qualità dell’aria Pulita e senza contaminanti
Pressione di riferimento 1000 mbar
Temperatura d'esercizio 20°C
RH di riferimento 0%
Altitudine esecuzione prove ~ 250 mslm

azoto02_DSC_0109I nostri generatori d’azoto sono costruiti in conformità alle norme europee vigenti.
La sorveglianza della conformità del sistema qualità aziendale alla norma UNI EN ISO 9001:2000 è affidata a IMQ membro di IQNet.
Disponiamo di prodotti per la produzione di azoto E941 adatto all’utilizzo alimentare, compatibile con i parametri dettati dalle Direttive EU 2000/63/CE, 95/2/CE e al Regolamento CE 178/2002.
Per mantenere la qualità dell’azoto conforme all’uso alimentare, l’aria compressa di alimentazione deve essere priva di contaminazioni. Il proprietario del sito dove viene installato il generatore è responsabile della manutenzione dell’impianto e del rispetto dei parametri standard di igiene alimentare intorno all’apparecchiatura.

La resa dei generatori è condizionata dalla pressione d’esercizio dell’aria, dalla temperatura ambiente e dall’umidità relativa. Contattateci per calcolare le prestazioni nel caso di parametri di riferimento diversi da quelli indicati.

I dati riportati si riferiscono a condizioni ottimali di lavoro e sono soggetti ad una tolleranza del ±5%.